Tra torte, focacce e comunicazione…

Tanti hanno idee e strategie ma pochi sono in grado di comunicarle efficacemente. Facciamo una torta insieme e troviamo soluzioni?

Dopo quasi due mesi di quarantena probabilmente il 4 maggio potremo tornare fuori casa, nelle nostre azienda, in ufficio, così da ricominciare quella che più o meno e con tutte le restanti restrizioni del caso sarà una vita normale.

In questo periodo tu, come tutti noi, avrai dovuto fronteggiare e risolvere diversi problemi, alcuni legati alla salute ed alla vita pratica ed altri legati alla sfera lavorativa.

Presto però potrai tornare ad occuparti dei tuoi affari e del tuo business sperando che nel frattempo, nonostante questo stop forzato, tu abbia trovato il tempo per pensare e propararti al cambiamento che investirà inesorabilmente tutti i settori.

In molti si sono concentrati sulle soluzioni, sui possibili scenari e sulle strategie da attuare, ma scommetto che in pochi si sono chiesti come comunicare concretamente tutte queste idee e questi progetti agli interlocutori che sono di fatto il nostro pubblico, sono le persone che devono scegliere noi e i nostri servizi, sono di fatto i nostri clienti.

Sono altrettanto sicuro che molti di voi si sono accorti dell’esistenza dei webinar e questo è un bene, poiché il webinar è uno strumento che potrà risultare utile anche in futuro. Ma sia chiara una cosa, il webinar da solo è una delle tante risorse a disposizione di un’azienda che rischia di essere piuttosto debole se usato fine a se stessa. A me piace fare un paragone semplice che vale un po’ per tutte le iniziative isolate e senza un progetto alla base: “è un po’ come quando il sabato sera ti accorgi tutto in un tratto che piove acqua dal tetto e, quindi, con una buona dose di reattività, metti un secchio capiente per il contenimento, sperando che il lunedì seguente, di buon’ora, qualcuno venga ad aggiustare la crepa”. Senza contare che – e questo è un mio pensiero personale – appena la gente potrà uscire all’aria aperta, anche quei meravigliosi meeting di due ore e passa che tanto ci hanno tenuto compagnia in queste settimane perderanno inesorabilmente il loro appeal.

C’è però un’arma incredibile che possiamo sfoderare, mai come oggi, visto e considerato che l’attenzione del pubblico è oggettivamene tutta rivolta al mondo online: la comunicazione. Sarà proprio la comunicazione integrata a rivelarsi ben presto una delle poche strategie realmente attuabili ed in grado di portare risultati concreti.

Attenzione, non saranno certo sufficienti due post su Facebook con la bandiera italiana, qualche foto su Instagram e un paio di newsletter con i nuovi listini a convincere le persone a scegliere noi. Queste azioni, così impostate, saranno solo palliativi, solo tentativi vani e vuoti per arrivare ai clienti che, mai come nel prossimo futuro, saranno portati a fare valutazioni, paragoni tra fornitori ed aziende e guardare con occhio ancora più critico il vostro operato.

La domanda è : sarete in grado di farvi notare, di far sentire la vostra voce, di comunicare con potenza e vigore la vostra passione, la vostra voglia di riemergere e la vostra visione del futuro?

Io qualche risposta ce l’ho, forte dell’esperienza acquisita in questi anni, una professionalità messa a disposizione dei miei clienti e che ha portato grandi soddisfazioni e risultati positivi anche in questo periodo difficile…

Per il momento vi saluto e vi lascio con questo interrogativo. A proposito, nel frattempo anche io, ogni tanto, stacco e corro a fare una torta!

Leave a Comment

Your email address will not be published. Marked fields are required.

Contattaci su WhatsApp